L' AVVOLTOIO
César Brie

Giovedì 24 giugno, ore 21.30 | Anfiteatro
Spettacolo a pagamento

info & biglietti >>>

Testo e indagine di: Anna Rita Signore

Regia: César Brie

Assistente alla regia: Anna Rita Signore

Con: Emilia Agnesa/Noemi Medas, Agnese Fois, Daniel Dwerryhouse, Valentino Mannias, Marta Proietti Orzella, Luca Spanu, Luigi Tontoranelli

Musica: Luca Spanu

Costumi: Adriana Geraldo

Scene: Sabrina Cuccu

Luci: Loïc François Hamelin

Tecnico di compagnia: Fabio Piras

produzione: Sardegna Teatro

durata: 50'

 

Premi: Premio Franco Enriquez 2018, Premio alla drammaturgia della SIAD-Società Italiana Autori Drammatici, Premio speciale Claudia Poggiani, all’interno del Premio Calcante 2014

1711184868.jpg

«Un ringraziamento particolare al Procuratore Domenico Fiordalisi e al suo lavoro ostinato, difficile, scomodo. Senza la sua inchiesta sui veleni del Poligono, L’Avvoltoio non sarebbe nato»

Il focus de L’avvoltoio è sul più grande poligono militare d’Europa in Sardegna; il testo procede come un’inchiesta giornalistica che condensa biografia personale e collettiva; lo spettacolo assurge a opera poetica in cui le azioni sono cucite insieme nella trama della commedia umana.

César Brie sovrappone un contenuto di denuncia, ossia fatti di un’attualità stringente – tuttora irrisolti – a una regia puntuale, in cui le differenti personalità attorali compongono una polifonia corale, punta lo sguardo sulle capacità precipue del teatro di farsi luogo di poesia e coscienza, lotta e incanto.

In una scena in cui ogni oggetto ha una sua eco, i protagonisti rovistano tra le macerie dell’umano sull’umano. L’avvoltoio è un’allegoria visiva, inscena un’intimità che ha peso sociale perché, demolendo gli idoli, scava nella facoltà di fare il bene.

 

César Brie puts on stage the context of training areas in Sardinia starting from the study of Anna Rita Signore. The script, passionate, crude, burning, is conveyed in a poetic way and without lyricism by the actors , offering a contemporary drama of an abused land.

 

César Brie ponet in iscena su cuntestu de sos polìgonos militares in Sardigna, partende da s'àudio de Anna Rita Signore. Su testu, arrubiadu dae su fogu, raspitzosu, pistiddosu est istadu postu in campu dae unu cast de atores in gradu de s'esprìmere a manera poètica, ma sena de lìrica, su dramma de una terra abusada.