Between me and P.
Filippo Michelangelo Ceredi

Venerdì 25 giugno, ore 21.30 | Teatro del Respiro
Spettacolo a pagamento

info & biglietti >>>

di e con: Filippo Michelangelo Ceredi

tutor: Daria Deflorian (nell’ambito della residenza artistica Officina Lachesi LAB)

accompagnamento alla realizzazione: Alessandra De Santis e Attilio Nicoli Cristiani

accompagnamento alla coreografia: Cinzia Delorenzi

assistenti al progetto: Clara F. Crescini, Sara Gambini Rossano, Francesca S. Perilli

produzione: Filippo Michelangelo Ceredi, Teatro delle Moire / Danae Festival 

con il sostegno di: Zona K

durata: 70’

©DIANE_ilariascarpa_lucatelleschi_Santar

Mi hanno detto che il mio lavoro è uno dei pochi non creati ad hoc per questa rassegna. In effetti Between Me and P. è una performance che ho creato cinque anni fa, ma ancora oggi ha per me una forte attualità. Tuttavia, dalle origini del lavoro, quando ancora non si trattava di una performance, nel 2012, le circostanze della vita mi stavano lasciando senza respiro, continuamente sospinto a riva dopo esperienze non sempre piacevoli, cercando la lontananza in altri luoghi. Sentii che per uscire da quella impasse era necessario un gesto che mi permettesse di stabilire una nuova connessione con me stesso, con le questioni più intime. 


Era necessario un cambio di respiro, e non si trattava più di allontanarsi da casa, ma di stare nella casa e immergersi nelle sue profondità, interrogarla per capire cosa nascondeva e che mi richiamava indietro.  

In questo modo, passando inizialmente dalle conversazioni con mia madre, sono arrivato a capire che la vicenda di mio fratello Pietro, sparito nel 1987 senza lasciare tracce - quando avevo cinque anni -, era un nodo cruciale anche della mia vita. 

Il percorso di indagine documentaria che ha costituito la base del progetto, è stato affiancato da un percorso nelle pratiche teatrali, dove spesso il respiro è l’organo fondamentale per stabilire una connessione con la presenza scenica. Nel training corporeo quotidiano come nella gestualità ritmica del lavoro di archivio, respirare è stato uno dei pilastri per affrontare l’immersione in una nuova esperienza del dolore e trovare - attraverso di essa - un nuovo respiro vitale. 

Il lavoro performativo è fiorito tra difficoltà e naturalezza da queste basi, grazie alle persone che mi sono state vicine e che hanno messo il loro respiro in fase con il mio. 
La vicinanza, la connessione e mettersi in fase con un respiro diverso: mi auguro che queste siano delle risorse vitali per i prossimi percorsi insieme.  

 

Between Me and P. rises from the strong need to take back a family history. Pietro disappeared voluntarily in 1987 at the age of 22, leaving behind no traces. After twenty-five years his younger brother started a long research aimed at understanding what brought him to this decision. The performance is a scenic elaboration creating a dialogue between the visual and audio materials of an archive. 

 

Between me and P. naschit dae sa punna de torrare a si pònnere meres de unu contu familiare. Est unu diàlogu interativu intro de s'àudio, su vìdeo e s'atore in iscena.