Chiara Bersani
_L'ANIMALE_

gif_home.gif
Chiara Bersani_8_ph Rebecca Lena-1.jpg

"Come poteva essere proprio una bestia

se la musica lo afferrava a tal punto?"

Franz Kafka, La Metamorfosi

Giardino di casa Petromilli, Fluminimaggiore (SI)

Giornate del Respiro

sabato 2 luglio_ore 20 & ore 20.30

Durata: 15'

Performance a pagamento

L'animale è fermo.

L'animale è una casa.

L'animale è un monumento ai caduti.

L'animale è caduto?

No. L'animale era sotto al tavolo quando tutto cadeva. L'animale viaggia?

No. Ci sono troppi detriti. Potrebbe ferirsi. Più di così?

Più di così si muore. L'animale

sente i fantasmi. L'animale ha

scelto loro.

Se lo vuoi incontrare, l'animale, devi chiedere permesso.

     Chiara Bersani

L’anima è come una voliera piena di uccelli. È un luogo in cui

il movimento, i colori, lo spostamento dell'aria e le

intenzioni diventano carne di ciò che è stato, di ciò che

cresce, muta, si spegne, si trasforma in fantasma. Chiara

Bersani si avvicina alla morte del cigno con il lavoro dal

titolo l’Animale: cosa succede quando guardando la profonda notte

riusciamo a riconoscerci attraverso il canto?

   Giulia Traversi

“Ma l'animale che mi porto dentro Non mi fa vivere felice mai

Si prende tutto anche il caffè

Mi rende schiavo delle mie passioni

E non si arrende mai e non sa attendere”

    Franco Battiato

Di e con_ Chiara Bersani

Scena e luce_ Valeria Foti

con la collaborazione di_ Richard Gargiulo e Sergio Seghettini

Drammaturgia vocale_ Francesca Della Monica

Accompagnamento alla drammaturgia_ Giulia Traversi

Accompagnamento alla creazione_ Marco D'Agostin /

Elena Giannotti

Promozione e cura_ Giulia Traversi

Supporto al processo creativo_ Federica Della Pozza

Logistica e organizzazione:_ Eleonora Cavallo

Amministrazione_ Chiara Fava

Chiara Bersani is an Italian artist working in the performing

arts. Her formative path takes place mainly in the field of

theatrical research with influences from contemporary

dance and performing art. With her new work, named

L'Animale, Chiara Bersani approaches the death of the

swan: what if looking into the depths of the night we

recognise each other through singing?